Menu principale
 
Newsletter
 
 
Eventi
La meraviglia del Nulla SESSA/EMO
L'ultimo libro di Giovanni Sessa su Emo.... Continua
11/03/2014
Tavoletta "Nel presente eterno, la felicità delle cose. VII note di Sandro Giovannini al testo di Gi
E' la nuova tavoletta Heliopolis, collana Tabulae, 2014, numerata e pregiata, supporto dialettico al libro primario di Giovanni Sessa: "La meraviglia del nulla.... Continua
03/03/2014
NUOVA OGGETTIVITA'
Il "movimento di pensiero" NUOVA OGGETTIVITA'.... Continua
28/07/2011
 
 
Nota biografica
Sandro a Pesaro

Nasce a Pesaro nel 1947. Figlio di ufficiale pilota pluridecorato. Studia legge, vive e lavora in molte città italiane.   Scrive poesia e si occupa di critica poetico-letteraria e collabora a vari quotidiani e riviste, alcune fondate e dirette.  Ex Uff. dei Carabinieri, 1970-1973.  Ritorna nella città natale nel 1974 e fonda il Centro Studi Heliopolis, che svolge un’ultradecennale attività di promozione culturale; storica la consegna a Borges, ospite dell’Heliopolis di Pesaro nel 1977, del Premio Labirinto d’Argento.  Nel 1979 dà vita al Movimento Poesia Tradizionale-Vertex, (o Vertex-Poesia) che dura fino al 1991, comunità “funzionale” con molti  poeti  di varie regioni italiane ed alcuni corrispondenti europei. Il Vertex, nei suoi quasi 12 anni, organizza più di 15 campi di poesia, oltre 5 convegni nazionali, oltre 20 readings, 3 poemetti corali, 2 case editrici: la Edizioni Casa della Poesia in Milano, dal 1980 diretta da Enrico Squarcina e operante fino al 1990 e l’Heliopolis Edizioni, in Pesaro, fondata nel 1985 e tuttora in attività, e nell’ambito di queste, 3 riviste successive: I quaderni di Heliopolis, Letteratura, Xero.  Fonda poi con Agostino Forte e Paolo Silvestri lo scriptorium heliopolis, che è la continuazione creativa della precedente ricerca. Con lo scriptorium compie un’esperienza intensissima d’indagine sulle tecniche dell’antico, ricopiando manoscritti, realizzando facsimile di rotoli e codici classici, rivitalizzando tecniche amanuensiche e miniaturistiche, studiando supporti, metodologie conservative e riproduttive e confrontandole, in chiave creativa, con le logiche di ricerca contemporanea, (poesia concreta, poesia visiva, mail art, istallazione, performance). Ancora l’Heliopolis presenta per prima sul mercato del paraeditoriale, (Salone del libro di Torino 1988) le "magliette letterarie", evento di enorme seguito, anche commerciale…  Favorisce nel 1991, un manifesto della “scrittura esterna”, che si avvale anche del supporto critico di filosofi dell’estetica e di valenti antichisti. Da metà degli anni ‘90, fondando Letteratura-Tradizione, aggiunge all’attività poetica compositiva e grafica l’esperienza di coordinamento della rivista (di cui è caporedattore nazionale, con direttori letterari alternantisi lungo 43 numeri dal 1996 al 2009, rivista di straordinaria metodologia comunitaria tramite l’avvicendamento delle direzioni e delle sezioni autogestite).    S. G. si è anche avvicinato all’esperienza del romanzo, con un primo finito "La capitale del tempo", di prossima pubblicazione, ed un secondo in preparazione. Nella sua vita di relazione si è sempre impegnato nel favorire, con ogni sua forza, e secondo le potenzialità legate ai tempi, l’utopia progettuale di una forte referenza comunitaria...